Il liceo Curiel ha molto a cuore la sicurezza!

Il nostro istituto già da due anni si è dotato di un defibrillatore semiautomatico e ,nella convinzione che la sicurezza di ognuno si basi non soltanto su edifici a norme e dispositivi di protezione, ma anche, e soprattutto, sui comportamenti virtuosi di tutti e, quindi, sulla diffusione della cultura della sicurezza, ha approvato un progetto di diffusione delle tecniche BLS (basic life support) di rianimazione cardiopolmonare.

Il progetto si è svolto in più fasi:

1 a.s. 2017-2018:

- formazione di tutti gli studenti di due classi quarte come esecutori BLS con addestramento su manichino ed esame finale utilizzando istruttori esterni e un insegnante.

2 a.s. 2018-2019 :

- formazione di 12 docenti come esecutori BLSD (basic life support and defibrillation) e poi come istruttori BLS;

- formazione degli studenti di TUTTE le quarte come esecutori BLS con addestramento su manichino ed esame finale utilizzando gli insegnanti formati.

Tutto questo, sotto la direzione della formatrice IRC (Italian esuscitation Council) Mocellin Manuela, permettendo quella formazione a cascata che è alla base del progetto e che può garantire la divulgazione della cultura della rianimazione cardiopolmonare ad un gran numero di persone.

Ed è con queste modalità che auspichiamo di formare anche nei prossimi anni scolastici tutte le classi quarte di questo Liceo, spinti anche dall'entusiasmo che questa iniziativa ha suscitato negli alunni e che è stata documentata da un questionario di gradimento compilato da ogni singolo partecipante alla fine del corso e dal quale sono emersi giudizi molto positivi. Infatti, nel corso di una mattina i ragazzi hanno acquisito non solo le cognizioni relative alla rianimazione cardiopolmonare, ma soprattutto la tecnica del soccorso d'emergenza esercitandosi più volte sui manichini. Questo ha dato loro la consapevolezza e l'orgoglio di aver imparato a salvare una vita umana o quantomeno a concorrere a salvarla. Noi siamo convinti che se il progetto sarà portato avanti e adeguatamente emulato in quante più realtà possibile, non mancherà di dare sicuri frutti, in termini di riduzione della mortalità e morbilità da arresto cardiaco, ma anche in termini di crescita ed educazione a valori sani (salvaguardia della salute, altruismo, impegno) dei nostri giovani all'interno delle loro famiglie e del loro cerchio di conoscenze.

Per il team esecutori BLSD (basic life support and defibrillation), la prof.ssa Dipasquale.